GLI ARAZZI NEI MUSEI FIORENTINI. II. LA MANIFATTURA ALL’EPOCA DELLA REGGENZA DELLE GRANDUCHESSE CRISTINA DI LORENA E MARIA MADDALENA D’AUSTRIA. LA DIREZIONE DI JACOPO EBERT VAN ASSELT (1621-

25,00

Prosegue con il secondo volume il censimento e lo studio del patrimonio di arazzi delle collezioni medicee. I Granduchi, collezionisti d’arte dalla passione inesauribile, rimasero affascinati da queste creazioni tipiche dell’area fiamminga, ne importarono modelli e campioni, assunsero maestri arazzieri e crearono una scuola a Firenze. Fin dal XVI secolo dunque, i “Creati fiorentini”, così furono denominati gli arazzi della bottega granducale, raggiunsero una qualità eccelsa, capace di gareggiare con le produzioni tradizionali del nord Europa; grandi e famosi artisti come Bronzino, Bachiacca, Stradano e Allori prepararono i cartoni e i disegni che i maestri tessitori fedelmente tradussero al telaio. Nel periodo esaminato in questo secondo volume, sotto la guida autorevole di Iacopo van Asselt (1621-1629) la manifattura continuò la sua attività e dalla collaborazione con Michelangelo Ciganelli, che fornì i disegni preparatori, nacquero cicli di grande valore come Le stagioni, o le peculiari scene di vita fiorentina come la Giostra del Saracino in Via Larga o il Gioco del Calcio in Piazza Santa Croce. A cura di: Lucia Meoni

Leggi tutto...
Leggi meno

Disponibilità: Disponibile

COD: 9788883474316 Categorie: ,

A cura di: Lucia Meoni Editore: Sillabe srl Collana: Saggistica Copertina: Brossura con bandelle Pagine: 144 Dimensione: 24 x 30 cm Data di pubblicazione: 2007 ISBN: 9788883474316 Peso articolo: 890 g Lingua: Italiano

Peso 890 kg

Ti potrebbe interessare anche

Carrello